Cosa facciamo

Fors Lakay - la forza della famiglia.

AIUTACI!

DONA IL TUO MATTONE PER QUESTO URGENTE PROGETTO.

Con il Tuo contributo, anche piccolo, puoi dare un futuro a un bambino dei quartieri più poveri di Port au Prince e dargli un futuro lontano dalla strada.

Con 10 euro doni 1 mattone

Con 200 euro doni 1 m² di una casa

Con 6000 euro doni 1 casa

 

DONA SUBITO!

CLICCA QUI per donare con carta di credito o con le altre modalità di donazione. Indica la causale "Fors Lakay"

 

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY DI QUESTO PROGETTO e QUI PER GUARDARE IL VIDEO

 

IL PROGETTO:

Un urgente progetto di ricostruzione nel poverissimo slum di Cité Soleil

 

Cité Soleil è la più grande bidonville di Port au Prince, la capitale di Haiti. Il suo nome evoca luce e gioia, ma in questa immensa distesa di rifiuti la realtà è solamente di devastazione e miseria sotto il cocente sole dell'isola. Si estende su 250 ettari e vi vivono circa 300 mila persone, la maggior parte sono bambini che giocano nel fango e nell'immondizia, denutriti ed esposti ai rischi della vita di strada.[[IMG:1684:CENTER:]]

[[IMG:1682:CENTER:]]

IL PROGETTO DI RICOSTRUZIONE FORS LAKAY A CITE' SOLEIL

In creolo, lingua parlata ad Haiti, Fors Lakay significa la forza della famiglia. Padre Rick ha scelto di dare questo nome a un nuovo concreto progetto di salvezza che abbia effetti sia nel breve che nel lungo periodo: un nucleo di abitazioni e di servizi per la comunità, che deve nascere dalla gente, con il lavoro della gente, per ricostituire i valori essenziali di rispetto, fiducia, speranza nel prossimo e nel futuro a migliaia di bambini e alle loro famiglie.

 

Padre Rick si è impegnato a sviluppare in breve tempo un progetto integrato di:

200 casette di circa 50 mq per dare un tetto ai bambini di altrettante famiglie, di cui 40 donate dall'azienda Boccadamo con l'iniziativa TooBe,  "Rue TooBe".

l'ospedale Saint Marie per famiglie da 80 posti letto per assistere 30.000 pazienti l'anno, cui hanno contribuito generosamente gli sposi Albertina D'Urso e Alessandro Belgiojoso con i loro ospiti e dedicando la loro lista nozze.

6 internet café per la formazione a distanza dei ragazzi della comunità,

1 panetteria mobile in container attrezzato dall'Italia per portare lavoro e pane nelle baraccopoli.

1 obitorio per acccogliere, in attesa di dare loro degna sepoltura, i tanti corpi spesso abbandoanti in strada o di persone i cui cari non possono permettersi un funerale.

La forza lavoro per la costruzione di questo progetto è rigorosamente locale, dando così subito la possibilità a tanti haitiani di poter contare su un salario per la sopravvivenza della propria famiglia.

 

ZONA RESIDENZIALE: 200 CASE

Il lavoro di costruzione delle casette procede rapidamente grazie ai fondi inviati dall'Italia. Circa 200 sono già state ultimate. Ogni casa è grande circa 45 m² ed è costruita con i mattoni prodotti a Francisville e hanno il tetto di lamiera, così come richiesto dai responsabili della comunità.[[IMG:1683:CENTER:]]

[[IMG:1169:CENTER:]]

Sono composte da 1 camera da letto, 1 stanza adibita a sala da pranzo/salotto, 1 sala da bagno, 1 cucina e 1 veranda.

[[IMG:1166:CENTER:]]

Costo per ogni casa: 6.000 euro. Continueremo a costruire mano a mano che raccoglieremo i fondi perché il sogno è di dare un tetto a tutti i bambini di questo poverissimo quartiere.[[IMG:1685:CENTER:]]

 

L' OSPEDALE SAINT MARY — STELLA MARIS

[[IMG:1171:CENTER:]]

Nell'ottobre 2011 l’ospedale St. Mary, dedicato a Maria Stella Maris, chiamato così perché si trova proprio vicino al mare, è entrato in funzione, dopo che negli ultimi mesi si è lavorato tanto per completare le fondamenta i pilastri e le mura in tempo record. E’ ubicato nella zona nord di Citée Soleil, in una vasta area in prossimità della costa. E’ dotato di triage, area visite in day hospital, un’area degenze e un'area separata per i malati di colera.

 

3 INTERNET CENTER

 

[[IMG:513:LEFT:]]

Sono costruzioni semplici, di dimensioni intorno ai 40 m², ciascuna equipaggiata con 20 computer alimentati da un generatore. Tre Internet Center sono già stati aperti e danno la possibilità a migliaia di giovani di comunicare con il mondo, fare formazione a distanza, tra cui imparare le lingue.

 

 

 

 

PANETTERIA MOBILE

[[IMG:699:RIGHT:]]

La panetteria è stata inaugurata nel gennnaio 2012 in occasione del secondo anno dal terremoto, e nel mese di giugno è stata ulteriormente migliorata con la costruzione di una struttura che serve per accogliere i clienti, fare ombra e proteggere le attrezzature da furti e violenze che, putroppo, a volte si verificano in questo poverissimo e disperato quartiere di baracche e immondizia.

[[IMG:701:LEFT:]]

 

 

 

 

Nella panetteria di Cité Soleil già diciassette ragazzi hanno già completato un corso di formazione professionale grazie al comitato Confindustria CGIL CISLUIL.

 

 

 

 

Per maggiori informazioni sul progetto contattaci: info@nph-italia.org

 


© 2000-2011 Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus
Informativa sulla privacy