Cosa facciamo

Nicaragua.

Case N.P.H.:

Casa Padre Wasson – dintorni di Jinotepe

Casa Santa Clara — Managua

Casa San Judas Tadeo — Managua

Lingua: Spagnolo

Bambini e ragazzi accolti: circa 170

 

GUARDA IL VIDEO DELLA CASA NPH NICARAGUA

 

La maggior parte dei bambini ospiti di N.P.H. Nicaragua sono orfani di guerra. Molti di loro sono Indiani Miskito, bambini provenienti dalla costa orientale del Nicaragua, dove addirittura la popolazione parla a fatica lo spagnolo che è la lingua del paese. Alcuni bambini arrivano alla Casa N.P.H. senza generalità ed è quindi necessaria una ricerca anagrafica per stabilirne l’età ed aiutare il futuro inserimento.

N.P.H. Nicaragua è cresciuto molto

velocemente negli ultimi anni. La prima casa è stata inaugurata l’11 maggio 1994, con l’arrivo di quattro bambini ospitati in una piccola abitazione in affitto nella città di Granada, 35 miglia a sud est di Managua.

Successivamente N.P.H. ha aperto due strutture, per poter offrire accoglienza a un numero sempre maggiore di bambini: Casa Santiago sull’Isola di Ometepe e Casa Asis, situata in riva al lago di Nicaragua a San Jorge. Le crescenti necessità di ingresso di nuovi bambini e la volontà di assicurare una maggiore sicurezza dalle calamità naturali hanno portato alla costruzione di una nuova struttura più grande e sulla terraferma, Casa Padre Wasson, che si trova a circa un’ora di macchina dalla città di Jinotepe.

Il trasferimento dei bambini è stato progressivo; non si è trattato solo di organizzare gli spostamenti a livello logistico, ma di preparare i piccoli a questo grande cambiamento. A gennaio 2011 il trasloco è stato ultimato.

Casa Padre Wasson è composta da 15 casette per i bambini, divisi in base al sesso e alle fasce di età, e una per i volontari. Oltre agli alloggi ci sono anche scuole sia per il ciclo di studi primario che secondario, un refettorio, una biblioteca, un laboratorio con computer e una cappella per celebrare la messa. Sono in corso i lavori per ampliare la piccola infermeria e farla diventare una clinica, per costruire un campo di calcio e per realizzare nuove casette e accogliere così sempre più bambini.

Casa Santiago e Casa Asis (le strutture dove precedentemente vivevano i bambini ora accolti nella Casa Padre Wasson) sono state convertite in fattorie con coltivazioni di mais, fagioli, verdure, piantagioni di banane e allevamenti per animali (maiali, polli, e capre).

I prodotti di tale attività sono importantissimi per contribuire all’autosostentamento delle Case.

 

Le Case N.P.H. a Managua

Più di 40 ragazzi e ragazze che frequentano il “Bachillerato” o l’università vivono invece presso le Case di Santa Clara e San Judas Tadeo, nella città di Managua. Molti di questi giovani stanno svolgendo il loro “anno di servizio”: durante questo periodo, consapevoli dell’aiuto che hanno ricevuto, contribuiscono con il loro lavoro e le loro capacità ai progetti di N.P.H. Nicaragua. Ad esempio alcuni ragazzi della Casa San Judas Tadeo dedicano parte del loro tempo a un programma per aiutare i bambini di strada di Managua.

Lo spirito delle Case N.P.H.

L’obiettivo degli educatori è insegnare ai bambini orfani e abbandonati a diventare cittadini responsabili, capa ci di condividere ciò che ricevono e a collaborare tra loro come fratelli. A ognuno vengono affidati compiti quotidiani: tutti fanno turni per le pulizie, in cucina, nei magazzini e assistono i più piccoli. Ricevono amore e sicurezza, ma imparano anche che non sono i soli ad aver sofferto e che, quindi, a loro volta possono dare amore. Periodicamente vengono organizzate visite alle carceri minorili, agli ospedali, agli ospizi per anziani, dove i bambini e i ragazzi cantano, ballano o semplicemente cercano di fare compagnia.

 

ADOTTA UN BAMBINO A DISTANZA! Clicca qui per avere tutte le informazioni

 


© 2000-2011 Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus
Informativa sulla privacy