Notizie

Nuova scuola d’Infanzia a Eggi: al via i lavori per la struttura antisismica che sarà realizzata dalla Fondazione Francesca Rava

 

Eggi, 29 gennaio — Con la "posa della prima pietra" sono iniziati i lavori della nuova scuola materna di Eggi. Si tratta di una struttura completamente antisismica, che sarà realizzata dalla Fondazione Francesca Rava — NPH Italia Onlus, con materiali e tecnologie di ultima generazione e dotata di impianti energetici di riscaldamento a ridotto impatto ambientale. Eggi tornerà quindi ad ospitare gli alunni della materna, attualmente ospitati in un immobile di proprietà della Curia a San Giacomo di Spoleto, dopo la dichiarazione di inagibilità del novembre 2016 a seguito degli eventi sismici che hanno colpito il centro Italia.

 

Alla cerimonia, che si è svolta all'interno dell'area attrezzata di Eggi, hanno partecipato, tra gli altri, il vicesindaco del Comune di Spoleto Maria Elena Bececco, l’assessore della Regione Umbria Luca Barberini, la dirigente scolastica Norma Proietti, la vicepresidente della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus Maria Chiara Roti.

Presenti anche i rappresentanti di alcuni dei sostenitori della Fondazione Francesca Rava nel progetto della scuola a Eggi, Fondazione Gruppo Credito Valtellinese con il Vice Presidente Francesco Giacobbi, che ha contribuito insieme a Fondazione Mediolanum Onlus, il Gruppo Eco Eridania con Diego Zarneri, insieme ai rappresentanti di Fondazione Milan, Amway Italia e Q8.

 

Alla costruzione della scuola contribuisce anche Fondazione BNL.

Nel corso degli interventi è stato ricordato il Sindaco Fabrizio Cardarelli, che aveva fortemente voluto questa scuola e che aveva seguito personalmente il dossier fino alla sua scomparsa.

Molti i bambini presenti alla cerimonia che, dopo aver consegnato alla vicepresidente della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus Maria Chiara Roti e alla vicesindaco Maria Elena Bececco i disegni realizzati per festeggiare l’inizio dei lavori per la realizzazione della nuova scuola, hanno simbolicamente partecipato alla “posa della prima pietra”, che si è svolta in corrispondenza con quello che sarà l’ingresso della struttura.

 

I nuovi moduli antisismici accoglieranno un ufficio segreteria, due classi (ognuna di 41 mq), un’aula comune (di 64 mq), uno spogliatoio, una cucinetta e vari servizi.

I primi lavori avviati oggi riguarderanno lo scavo, la preparazione delle superfici e dei necessari allacci cui seguiranno le operazioni di montaggio in loco dei moduli. La durata degli interventi, condizioni meteo permettendo, è stimata in cinque settimane per le opere di fondazione e di 65 giorni per la realizzazione dell’edificio.

Il valore dei beni che saranno donati al Comune di Spoleto è stimato in 260mila euro. A questi vanno aggiunti altri 120mila euro di lavori, necessari per le opere di urbanizzazione e di allaccio e per l’utilizzo di specifiche competenze tecniche richieste, i cui costi saranno sostenuti dal Comune.

 

La Fondazione Francesca Rava, che aiuta l'infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo, ha già consegnato 6 scuole alle comunità colpite dal terremoto del 2016, 1 ad Arquata del Tronto, 3 a Norcia e 2 a Cascia, a meno di un anno dalle prime scosse, grazie al lavoro con le Istituzioni, come la Protezione Civile e le amministrazioni pubbliche locali e con il sostegno di molti donatori privati e aziende.

 

"Oggi con l'aiuto dei nostri donatori alcuni dei quali qui presenti, la Fondazione Francesca Rava segna un nuovo passo avanti nell'impegno per i bambini colpiti dal terremoto del Centro Italia, dopo le 6 scuole già consegnate ad Arquata del Tronto, Norcia, Cascia. Avviamo qui ad Eggi i lavori della scuola d'infanzia ma diamo anche una nuova prova di collaborazione vincente con le istituzioni, a beneficio dei bambini e delle loro famiglie" ha dichiarato Mariavittoria Rava Presidente della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus.

 

"La più grande soddisfazione è quella di essere riuscito, insieme alla Fondazione Francesca Rava, a trasformare la generosità di Gruppo Eco Eridania in una azione concreta di solidarietà. Ho la fortuna di rappresentare una grande azienda con un grande cuore. Le donazioni raccolte ora sono diventate un gesto indelebile d'amore. Sono ancora più felice perché è dedicato alle nuove generazioni: una scuola per ricostruire il futuro di questa terra ferita dal terremoto." La dichiarazione di Andrea Giustini, Presidente del Gruppo Eco Eridania.

 

"Ringrazio Mariavittoria Rava che ancora una volta ci ha dato la possibilità di partecipare, insieme alle aziende Fiam Italia, Biesse Group e Fondazione Creval, ad iniziative così importanti e centrali per il territorio e per il futuro degli adulti di domani" aggiunge Sara Doris Presidente Fondazione Mediolanum Onlus, che ha contribuito anche alla scuola media di Cascia "Contribuire a ricostruire una scuola significa prima di tutto restituire alla comunità il loro primo punto di riferimento.”

 

"Fondazione Milan non poteva non contribuire a sostenere progetti in favore di una popolazione così duramente colpita.”, dichiara la Presidente Barbara Berlusconi. “Dopo un terremoto il rischio è di perdere tutto, compresa la speranza. La speranza di rialzarsi, di progettare un futuro per i propri amati territori. Per questo, da subito, ci siamo attivati collaborando con Fondazione Rava proprio per tenere viva questa speranza, partendo da chi è più indifeso e ne ha più bisogno: i bambini."

 

La Fondazione Francesca Rava sta seguendo contemporaneamente al progetto di Eggi, anche quello di una scuola materna a Pieve Torina in provincia di Macerata, con il sostegno di vari donatori. Tra questi Fondazione Milan Onlus che ha donato 110.000 Euro per il progetto scuole a Eggi e Pieve Torina.

Foto Comune di Spoleto — Nicoletta di Cicco Pucci

Canale Notizie - 30-01-2018 - Segnala a un amico


© 2000-2011 Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus
Informativa sulla privacy