Notizie

Fiocco rosa sul pattugliatore Libra: è nata la piccola Maria Luisa, assistita dalle volontarie della Fondazione Francesca Rava.

 

Da quasi 4 anni i volontari medici della Fondazione Francesca Rava NPH Italia si alternano incessantemente sulle navi della Marina Militare per prestare soccorso sanitario a bambini e donne migranti.

Vogliamo condividere con voi la gioia di questa notizia, la nascita di una neonata su nave Libra, in mezzo a tanto dolore e chiedervi di continuare a sostenerci in questo difficile e instancabile ma importante lavoro.

 

26 maggio — Questa mattina, alle 7.30, durante un'operazione di salvataggio nelle acque del Mediterraneo, è nata a bordo del pattugliatore LIBRA della Marina Militare inserito nell'attività di Vigilanza Pesca (VIPE), la piccola Maria Luisa, figlia di una migrante di nazionalità somala soccorsa dall'equipaggio di bordo e chiamata come una delle due volontarie della Fondazione Francesca Rava che l'hanno aiutata a venire al mondo, Maria Luisa e Francesca.

 

 

La bambina è in buona salute ed è in corso il trasferimento, insieme alla madre, presso una struttura medica a terra con un mezzo navale messo a disposizione della capitaneria di Porto di Catania.

La dott.ssa Maria Luisa è alla sue seconda missione come volontaria sulle navi della Marina. Per Francesca, 28 anni ostetrica di Firenze, si tratta invece della prima volta a bordo e proprio lei è stata decisiva nel gestire la difficile situazione post partum, con relative complicanze, che si sono trovate ad affrontare le due volontarie.

"Due giorni fa abbiamo preso a bordo una donna gravida a termine, Hafsa dalla Somalia. Nave Libra si e' subito diretta verso la costa con altri 470 migranti tratti in salvo. All'alba di oggi la donna è entrata in travaglio e Francesca Cirillo, giovane ostetrica toscana  volontari della Fondazione Francesca Rava coadiuvata dall'equipe sanitaria di bordo, composta dall'infermiere Angelo Vozza, maresciallo  della Marina Militare, Fabiana Landini, infermiera della Croce Rossa Italiana e dal medico volontario della Fondazione, Luisa Melzi, ha assistito la donna. Il travaglio è stato molto rapido, in pochissimo tempo un vagito ha allietato l'hangar di nave Libra e una splendida bambina ha visto la luce, cui la mamma ha voluto dare il nome di Maria Luisa. La fase successiva è stata invece più complicata, e solo l'intervento dell'ostetrica Francesca ha consentito di completare il secondamento e poter trasbordare mamma e bambina all'ospedale di Taormina per il trattamento. Le notizie di stasera dall'ostetricia di Taormina sono che le nostre amiche stanno bene e a loro noi auguriamo ogni bene insieme al'equipaggio accogliente e meraviglioso della nave con il  quale abbiamo vissuto questo miracolo della vita."

Maria Luisa  e Francesca

 

Canale Notizie - 26-05-2017 - Segnala a un amico


© 2000-2011 Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus
Informativa sulla privacy