Notizie

Team 66, Maria Giovanna, ostetrica e volontaria su Nave Cigala Fulgosi, in due settimane ha assistito a 10 salvataggi.

 

Maria Giovanna, ostetrica a Torino e volontaria della Fondazione Francesca Rava, dal 12 al 23 febbraio è tornata sulle Navi della Marina Militare, precisamente su nave Cigala Fulgosi, per prestare primo soccorso ai migranti che arrivano nel Mediterraneo. In due settimane la volontaria ha assistito a dieci salvataggi.

 

 

16 febbraio

"Oggi abbiamo lavorato su 3 eventi per un totale di 363 migranti, di cui 16 donne ed un minore. Tutti in buone condizioni."

 

 

20 febbraio

"Ieri abbiamo soccorso altri 22 migranti di cui 17 donne; una era gravida al 4° mese e le ho fatto perciò un controllo ostetrico con un normale riscontro. I migranti sono stati poi spostati ad una nave tedesca che era prossima al rientro.

Ora siamo ancora in mare a disposizione di ulteriore evento. Attualmente sono stati individuati ancora 4 barconi di migranti."

 

21 febbraio

"Anche oggi abbiamo soccorso un gran numero di migranti, due eventi in totale con 236 persone, di cui 36 donne, 15 minori ed il resto uomini. Tutti vivi ed in buone condizioni, sono stati rifocillati e trasferiti sulla nave della guardia costiera che li ha portati a terra."

 

23 febbraio

"Oggi é stata una giornata molto pesante; ci sono stati 4 eventi (tre a bordo di Nave Cigala Fulgosi) e purtroppo anche il ritrovamento di 5 persone morte annegate.

Durante il 1°evento abbiamo prestato assistenza ad un totale di 128 migranti di cui 10 donne, 13 ragazzi minorenni e 105 uomini provenienti prevalentemente da Guinea, Mali, Gambia, Costa D’Avorio e Nigeria. Abbiamo riscontrato 8 casi di dermatopatia da sospetta scabbia, 3 casi di donne in stato di gravidanza, 1 caso di escoriazione ad una gamba per il quale si è provveduto a disinfezione e medicazione della zona lesa, 1 caso di contusione al piede.

Durante il 2°evento abbiamo aiutato 133 persone, di cui 26 donne, 5 minori e 102 uomini provenienti prevalentemente da Camerun, Nigeria, Mali e Gambia. Tra di loro 13 casi di dermatopatia da sospetta scabbia, 1 caso di ernia ombelicale.

Nel corso del 3° evento della giornata abbiamo prestato assistenza ad un totale di 142 migranti, 38 donne, 12 minori e 92 uomini provenienti prevalentemente da Nigeria e Gambia. 15 casi di dermatopatia da sospetta scabbia, 1 donna in stato di gravidanza, 1 lesione all'occhio destro."

 

Maria Giovanna

Canale Notizie - 21-02-2016 - Segnala a un amico


© 2000-2011 Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus
Informativa sulla privacy