Notizie

Giuseppe, volontario anestesista del team 58, per oltre un mese è stato su Nave Aviere per prestare il primo soccorso ai migranti

 

Giuseppe, anestesista sardo, per 5 settimane è stato imbarcato su nave Aviere della Marina Militare come volontario sanitario della Fondazione Francesca Rava ed è stato impegnato nel salvataggio e soccorso di centinaia di migranti.

 

"Grazie alla Fondazione Francesca Rava, per due settimane sono stato a bordo delle Navi della Marina Militare come volontario sanitario nell'ambito dell'operazione Triton — Mare sicuro, per prestare primo soccorso ai migranti.

Ho deciso di fare quest'esperienza per un inconscio senso di colpa per aver sempre esercitato la mia professione di anestesista rianimatore in strutture ospedaliere di eccellenza, circondato da personale specializzato, apparecchiature di ultima generazione, quindi in debito per non aver avuto mai occasione di prestare la mia opera in contesti di disagio.

Una volta a bordo, mi sono trovato in un contesto inusuale: non avevo mai avuto a che fare con centinaia di persone accumunate da storie di viaggi interminabili, violenze e sevizie. Dal punto di vista medico, invece, tralasciando alcuni casi più impegnativi e l'assistenza data a donne in stato di gravidanza e neonati, mi sono reso conto di quanto fossero importantissimi gesti semplici come sommnistrare analgesici o farmaci antinausea, o semplicemente stringere loro la mano per trasmettere fiducia e consapevolezza di essere finalmente trattati come essere umani, prima ancora che come pazienti.

Abituati alle immagini di repertorio diventate quasi routine, non ci si rende conto realmente dell'impegno profuso dalla Marina Militare, dall'entusiasmo in cui operano in condizioni spesso critiche, consapevoli del loro delicato ruolo in queste missioni umanitarie in cui la Fondazione Rava è in prima linea."

 

Giuseppe a breve ritornerà come volontario sanitario nel Mediterraneo, questa volta a bordo della portaerei Cavour, nave ammiraglia della Marina Militare Italiana.

 

Canale Notizie - 02-02-2016 - Segnala a un amico


© 2000-2011 Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus
Informativa sulla privacy