Notizie

Haiti, aggiornamenti sull'emergenza Covid: "Tutti i posti letto sono al completo" racconta Padre Rick

 

Cari amici,

siamo rapidamente saliti a 115 posti letto COVID occupati, è tutto pieno. Siamo totalmente saturi.

Abbiamo annunciato pubblicamente che non possiamo ricevere altri pazienti fino a nuovo avviso.

 

Molte persone muoiono sulle ambulanze che non trovano strutture che le accolga.

 

Tutto questo è un duro colpo anche al piccolo budget che abbiamo a disposizione per le emergenze: nel 2021 pagheremo l'80% in più per l'ossigeno. Sembra che i mercati mondiali abbiano fatto salire i prezzi. Probabilmente pagheremo $ 22 per una ricarica invece di $ 12....

PER DONARE, CLICCA QUI

Su 115 pazienti, 100 hanno bisogno di ossigeno dalle bombole e il resto dai concentratori di ossigeno attaccati ai posti letto.

 

Noi produciamo ossigeno ma solo 40 bombole al giorno e servono per la terapia intensiva e il pronto soccorso, non possiamo deviare queste bombole al reparto COVID.

 

L'aumento dei prezzi non sarebbe potuto avvenire in un momento peggiore. Quello che possiamo fare è ridurre i posti letto in ospedale o raddoppiare le raccolte fondi. La prima opzione non è umana e la seconda non è affatto facile.

Confidiamo, come sempre, che la Provvidenza e soprattutto voi ci aiuterete ad affrontare le sfide.

Abbiamo ricevuto molte suore come pazienti, un segno sicuro che il COVID è nelle zone più povere. Ieri sera è arrivata una suora di Riviere Froide, con saturazione di ossigeno al 45%.

Mi ricordavo bene di queste suore perché il loro convento e la loro scuola erano stati decimati dal terremoto del 2010, e noi eravamo andati ad aiutarle in quell'anno difficile.

Ricordo bene la scena: a destra il convento crollato, a sinistra la scuola crollata. Le suore in mezzo in delle tende per cuccioli di cane, sulla ghiaia dura, e una piccola cappella realizzata con le pietre cadute. Al nostro arrivo, erano sedute sulle nude rocce e recitavano i vespri.

Abbiamo fatto del nostro meglio per prenderci cura di Sr Eugene. A quel punto, il "meglio" era più umano e spirituale dell'ossigeno.

La suora che è venuta con lei per prendersene cura aveva quasi la stessa età e ha detto di aver già perso una sorella a causa del Covid.

Suor Eugenia è morta stamattina presto, circondata dalle altre suore dell'ospedale.

 

Siete tutti ben consapevoli dei tragici effetti di questa malattia. Grazie a tutti voi che avete dato seguito al nostro appello per l'ossigeno, e per le preghiere.

Grazie per qualsiasi aiuto potrete darci. Lo apprezziamo tantissimo.

Dio vi benedica,

Padre Rick Frechette

 

PER DONARE, CLICCA QUI

Canale Notizie - 04-06-2021 - Segnala a un amico


© 2000-2011 Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus
Informativa sulla privacy