Notizie

Haiti, torna alta l'allerta per l'emergenza Covid 19

 

Padre Rick, presidente di NPH Haiti, ci manda aggiornamenti sulla situazione COVID 19 sull'isola.

 

AIUTACI! CON 50 EURO DONI UN GIORNO DI OSSIGENO PER UN MALATO COVID ALL'OSPEDALE ST LUC, PER DONARE CLICCA QUI.

 

"Cari amici,

nella medicina, c'è spesso un intervallo di tempo tra ciò che si combatte in quel momento e ciò che viene poi trascritto “sulla carta”. E' accaduto anche ora, con le nuove varianti del COVID e le sfide che queste comportano.

 

Qui in Haiti la situazione pandemica sta peggiorando. Nell'ultima settimana abbiamo dovuto espandere il centro COVID dell’ospedale St Luc da 8 a 65 letti.

 

Tra aprile, maggio e giugno dello scorso anno, avevamo 120 letti funzionanti. Dopo di che, i casi di COVID erano diminuiti.

Da giugno 2020 non siamo mai stati chiusi e fortunatamente non abbiamo mai avuto bisogno di più di 10 letti.

 

Ora la drammatica ripresa con 65 letti; ci aspettiamo che i 120 letti saranno presto di nuovo necessari.

Il Ministero della Salute di Haiti ha annunciato l’arrivo di varianti dalla regione amazzonica del Brasile e dal Regno Unito. Il Regno Unito stesso, secondo il NY Times, sta prendendo misure contro la variante indiana che sta causando enormi sofferenze e morte.

 

Ho passato la mattina a Cité Soleil, con Raphael, P. David, P. Jean Baptiste, cercando di evacuare i feriti delle guerre tra bande, combattute per il controllo dei voti per le prossime elezioni, in questa vasta e popolosa area. Pochi giorni fa, una guerra tra bande aveva avuto luogo dove viene prodotto l'ossigeno, indispensabile per la cura dei pazienti COVID.

E’ stato un incubo perché abbiamo bisogno di 240 bombole al giorno: il perno del trattamento per i pazienti COVID è l'ossigeno, che da solo costa quasi 50 € al giorno per paziente, e siamo a 65 pazienti che richiedono 4 bombole ciascuno al giorno.

 

I casi di COVID aumentano proprio mentre abbiamo a che fare con le piaghe della crisi politica, mentre la povertà continua, così come la criminalità e i rapimenti.

 

Siamo determinati a stare al fianco del popolo di Haiti, nell'inferno o nell'acqua alta. Purtroppo, entrambe le cose avvengono molto spesso.

 

Siamo molto grati all'aiuto che stiamo ricevendo. Siamo incoraggiati e rafforzati per affrontare le sfide. Parte di questo aiuto ci è stato dato sotto forma di vaccinazione: i medici che ne hanno fatto richiesta (me compreso), sono ora completamente vaccinati. Giusto in tempo! E’ un'enorme generosità da parte dei nostri numerosi amici.

 

Contiamo sulle vostre preghiere e messaggi di incoraggiamento, e siamo sempre molto grati per qualsiasi donazione.

 

Vi terremo informati, forse con un po' di ritardo, dato che prima di parlare o scrivere, agiamo."

 

Padre Rick Frechette

 

Canale Notizie - 18-05-2021 - Segnala a un amico


© 2000-2011 Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus
Informativa sulla privacy